Questo gioco e' come il fast food...

Questo gioco è come un fast food, è tutto pronto e non devi cucinare!.. Marco 34 anni descrive cosa è la prima esperienza italiana di Lock Date Party alla discoteca Chalet a Roma. E' un modo semplice per fare nuove amicizie e incontrare persone in un ambiente dove tutti sono ben disposti a conoscere l'altro - aggiunge - e soprattutto finalmente un luogo dove la musica c'è ma permette una conversazione senza buttare tutti nella solitudine tipica della discoteca. Ho saputo della festa tramite passaparola, ho conosciuto una ventina di ragazze e magari con qualcuna ci potrebbe anche essere la volontà reciproca di approfondire la conoscenza...

Un pò diverso il parere di Valentina, 32 anni, con quattro lucchetti aperti all'attivo e di cui due, fatalità con la stessa persona. Carino, divertente, ma va preso come un gioco quindi con ironia e curiosità ma nulla di più la prima volta che faccio un'esperienza del genere ma credo che sarà anche l'ultima. Come ti sembrano i ragazzi? Hai trovato qualcuno che ti piace? C'è molta gente carina per carità ma molti ragazzi sono troppo assillanti si attaccano come la colla e sono difficili da staccare. Alle volte il gioco può diventare pesante da questo punto di vista. Comunque ho aperto quattro lucchetti e spero di vincere all'estrazione del viaggio. Al di là i questo in mezzo a tutta questa gente un ragazzo che mi piace l'ho trovato, spero proprio di risentirlo...

In mezzo a tanta gente compare una "coppia" stranamente assortita, si tratta di Maddalena, 52 anni e Giovanni di 28. Ci si è aperto il lucchetto e siamo venuti a ritirare il premio, una maglietta, sottolinea lui e aggiunge - Sono venuto qui incuriosito dallo Speed date dopo aver visto il film di Carlo Verdone. Maddalena invece tra il timido e l'imbarazzato la butta sul sociologico. Sono qui con delle amiche per pura curiosità sociale, all'inizio ero un pò diffidente ma in fondo è un'atmosfera carina e divertente, sicuramente un gioco da sperimentare...

Se per qualcuno dopo l'apertura del lucchetto e il ritiro del premio l'interesse finisce li, per qualcun altro non è così Stefano e Giusy, lui 26 anni, lei 45 seduti ad un tavolino con altri amici a sorseggiare drinks tra sorrisi, qualche passo di danza, chiacchiere e risate. L. ho saputo con il passaparola ammette lei e aggiunge . E' una situazione diversa che ti mette in contatto con altre persone in modo molto diretto, mi piace, e se da un lato è dispersivo rispetto al classico speed date lascia possibilità di conoscere e approfondire subito se si ha la voglia di farlo, senza stare con i minuti contati.. E' vero, dice lui, qui si può spaziare di più poi in fondo tutto si gioca sulle impressioni, credo che è solo un modo per parlare con qualcuno che ti può piacere senza però la preoccupazione di ricevere un secco no. D'accordo con Stefano è anche Giuseppe, 44 anni che conclude: sarà anche più dispersivo dello speed date ma la chimica se scatta, scatta, altrimenti se la ragazza gira le spalle e perdi l'occasione vuol dire che la dovevi perdere...

Kataweb, 13/11/2004