Intervista al Tour Leader Carmine

09 Ago 2013 Protagonisti Riccobono

Conosciamo un’altra colonna portante delle vacanza Speed

Nome: Carmine

Soprannome:  Étoile (appioppato dai colleghi teatranti per le indiscutibili abilità coreutiche)

Segno zodiacale: Cancro

Segni particolari: ho spesso un trolley al seguito (in alcuni contesti ero soprannominato “l’uomo con la valigia”)

Colore preferito: lilla

Canzone del cuore: Il Bacio di Fossati

Film preferito: Salomè di Carmelo Bene

Il tuo cocktail: Negroni

Cinque aggettivi che ti descrivono: elegante, riflessivo, assertivo, sardonico, empatico

Cane o gatto? cane

Diavolo o Acqua Santa? “Acqua”

La tua filosofia di vita in una frase: La vita è dolce se glielo concedi (C. Bukowski)

L’inizio della storia con Speed Vacanze: Sono le 3 del mattino, non ho voglia di andare a letto, così invio qualche curricula per agevolare il sonno. Intercetto un annuncio come Tour Leader postato dallo staff di Speed in vista della stagione estiva. È un posto ambitissimo, ma la mia candidatura viene vagliata con interesse. Primo colloquio. Weekend prova. Preso! E chi se lo lascia scappare uno come me!

P.S. Il sesto aggettivo è “modesto” 🙂

L’episodio più divertente legato a Speed Vacanze: Il rafting con l’istruttore nelle vesti del sergente cattivo: “ma che [email protected]##o fate! vi ho detto di buttarvi a destra c#@#o!”

Il luogo più suggestivo visitato con Speed Vacanze: Le cascate delle Marmore

Essere single è bello perché: Puoi permetterti il lusso di essere irreperibile

Cosa non manca mai nella tua valigia: una penna, dove scrivere si trova sempre

Il tuo sogno in valigia: conquistare viaggiando maggiore coscienza di me e del Mondo, partecipando al suo Mistero

Tutto quello che non ti abbiamo chiesto e vuoi raccontarci di te: Ho un biglietto da visita che ha come fondo un quadro di Mirò e dice: Operatore culturale, educatore, attore. Da anni porto avanti un percorso di ricerca personale che tenta di mettere insieme le mie passioni e i miei interessi: il Teatro, i progetti di promozione sociale e culturale sul territorio, i mezzi dell’ eduzione non formale. Con un piede spesso fuori dall’Italia, sono affetto da crisi di identità e oggetto di scherno da parte di amici e colleghi per titoli e lauree conseguite nel tempo libero.

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *