La mia Sicilia, diario di un viaggio Speed

14 Ott 2013 Diari MariangelaF

Ogni lavoro con Speed è un concentrato di energie, di emozioni e di lezioni di vita

Il nostro tour leader Gabriele ci ha raccontato, attraverso le sue esperienze di vita, una piacevole avventura Speed Vacanze alla scoperta della Sicilia…

 

A Messina già c’ero stato: due estati fa, con Antonello. Io e Antonello non ci conoscevamo: quell’estate ha segnato l’inizia della nostra amicizia, un’amicizia fatta di risate e scambi profondi. Con Antonello ho iniziato anche questa stagione estiva, poi – per vari motivi – è stato sostituito da Ramona: anche lei per me sconosciuta, ed il nostro primo incontro è stato a mezzanotte, in una camera d’albergo, augurandoci – in sostanza – la “buonanotte”, spegnendo la luce e dormendo su due letti vicini. Due sconosciuti come (quasi) marito e moglie.

E’ questa l’atmosfera che crea Speed Vacanze, sia per chi ci lavora si per chi ci fa le vacanze: essere a fianco, l’uno accanto all’altro, da sconosciuti che poi, a poco a poco, si conoscono. Io e Ramona ci siamo conosciuti così, in una camera d’albergo, e poi visitando le splendide calette di Montegiove (Ramona è siciliana, e così la già bella gita a Tindari l’abbiamo arricchita visitando dei posti di mare che solo Ramona conosceva), ridendo col gruppo per una lasagna non da tutti apprezzata, o ballando sotto la pioggia col gruppo nella splendida spiaggia di Torre Faro, la punta della Sicilia.

Sono in parte siciliano e quando posso torno in questa terra. Qui mi sento vivo. E mi sento vivo ogni qualvolta assisto al nascere di amicizie, che siano le mie o quelle degli altri: Speed Vacanze è il mio lavoro, lo adoro. Poter assistere al sorgere di amicizie in una gita in barca alle Isole Eolie, cenando a lume di candela in una pizzeria con terrazza panoramica a Taormina, facendosi il bagno nella spiaggia di Mortelle, guardando il panorama dal santuario di Tindari, ballando “Mi mi mi” di fronte al duomo di Messina, oppure passando un’intera giornata in gommone fiancheggiando la costa calabra, è stato il non-plus-ultra per me.

Ogni lavoro con Speed è un concentrato di energie, di emozioni e – anche – di lezioni di vita. Quest’estate ho imparato – molto più che le altre estati – che la vacanza la fa sì il posto, ma soprattutto (SOPRATTUTTO) la fanno le persone che la vivono. Così i gruppi si amalgamano in positivo o – raramente – in negativo, creando un’energia che contraddistinguerà poi la vacanza.

Ma se il tutto inizia con un “buonanotte” detto con dolcezza ad una sconosciuta prima di spegnere la luce, tutto fila poi liscio.

Gabriele

…E se volete assistere alle avventure del gruppo Speed a Messina CLICCATE QUI!

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *