Diario di una settimana indimenticabile a Capoverde

02 Ott 2013 Diari Riccobono

Oriana ci racconta il suo gruppo “Pancia Avanti”!

Pancia avantiiiiiiii!

Ciao a tutti! Benvenuti nel blog del gruppo “Pancia avanti” a zonzo sull’isola di Sal!

Il nome del gruppo nasce dalla fantastica giornata passata in visita alle bellezze dell’isola: dopo un’abbondante colazione e un buonissimo caffè saliamo sul pullmino che dovrà portarci a spasso, ma.. ops… stiamo stretti! Eh sì perché manca qualche posto a sedere e così, raccomandati che non siamo altro, facciamo scendere un altro gruppo da un pulmino più grande e ce ne impossessiamo. All’arrembaggio!

Fino a questo punto siamo ancora un normale (si fa per dire) gruppo Speed, fatto di persone carine, simpatiche e con tanta voglia di conoscersi e divertirsi. Quello che non sappiamo è che una trasformazione irreversibile sta per avere luogo.

Sale a bordo la nostra guida, il “rotondo” Eduardo! Dico io, in un posto in cui tutti gli abitanti maschi hanno il fisico scolpito e dagli addominali a tartaruga, proprio ad Eduardo la tartaruga si doveva girare?! Ma lui ci scherza sopra e ripete in continuazione: “con la pancia avanti”!

Il contagio è inevitabile e passiamo tutto il tempo sul pulmino a ridere a crepapelle, Eduardo è trascinante e il gruppo si rivela per quello che è: una masnada di comici!

Eh sì ragazzi, questo è stato solo l’inizio. Potrei parlarvi di altro… della sfilata in cui alcuni di noi hanno conquistato il villaggio con charme e grazia, di chi ha cantato, dei quiz o di una serata magica a bordo piscina in cui abbiamo scoperto un mondo astrologico diverso dal solito, affascinante. Potrei parlarvi dei ragazzi che a sorpresa si sono presentati alle nostre ragazze vestiti da camerieri e hanno servito loro un aperitivo speciale, offrendo cocktail, bracciali e anelli di ebano per renderle ancora più belle. Potrei parlarvi delle tartarughe… ma forse è meglio di no.

Vi parlerò dei quad e di un’escursione che in poche ore ci ha portato a visitare paesaggi lunari di un bianco candido con piccoli cumuli di sale a spezzare la linea dell’orizzonte, seguiti a pochi metri da nuovi paesaggi su un nuovo pianeta, nero, bruciato, aridissimo.

Eh sì, potrei davvero raccontare per ore del gruppo Capo Verde “Pancia avanti”, ma in fondo quello che vi auguro è di incontrare almeno uno dei componenti di questo gruppo speciale nel prossimo viaggio che farete con Speed. Pancia avantiiiiii!

Oriana

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *