Maldive: sport acquatici e fondali

17 Mag 2014 Guide Di Viaggio PialauraM

Alla scoperta del paradiso dell’Oceano Indiano…

Le Maldive, nel cuore dell’Oceano Indiano, sono il posto perfetto per i single che desiderano godere di une delle migliore spiagge del mondo. Poste a una distanza di circa 600 chilometri a sud-ovest dell’India, solo 200 isole sono abitate, di cui un centinaio ospitano la popolazione locale e una novantina i resort turistici.

Queste paradisiache isole sono semplici piattaforme di sabbia bianca, frutto dell’erosione della barriera coralline. Sono ricoperte da una fitta e rigogliosa vegetazione dominata da palme e mangrovie, sono caratterizzate da una barriera corallina esterna che le difende dalle correnti marine e da una laguna interna. Le isole sono collegate tra loro da pass, piccoli canali che tagliano gli anelli insulari. Le Maldive rappresentano un paradiso per i single, un must dove almeno una volta nella vista bisogna andare. Relax, divertimento, tanto sport

maldive-snorkeling

Meravigliose ed intriganti, le Maldive continuano da anni ad appassionare ed affascinare i subacquei di tutto il mondo, amanti della natura, del mare e dei suoi fondali.

La maggior parte degli sport che si possono praticare alle Maldive sono legati al mare: snorkelling, diving,surf, wind-surf, paracadute, vela, pesca, canoa, sci nautico, nuoto…

Le immersioni

Le isole Maldive sono da sempre considerate meravigliose ma ciò che vedrete sott’acqua è davvero una meraviglia della natura! Le barriere coralline che circondano le isole e gli atolli hanno abbondanza di coralli, abitati da bellissime pesciolini colorati. Tutto questo aggiunto all’acqua trasparente e pulita fanno delle  immersioni  un’attività indimenticabile.

Le Maldive sono il luogo ideale per praticare lo snorkeling: c’è tanto da vedere e da scoprire e le condizioni metereologiche non potrebbero essere migliori. Le temperature dell’acqua oscillano tutto l’anno tra i 27° e i 32° C, rimanendo costanti dall’alba al tramonto. Tutti coloro che arrivano alle Maldive sono raggiunti dalla tentazione di guardare sott’acqua e la prima cosa che fanno è cercare la maschera e tuffarsi… nella speranza di fare subito un piacevole incontro. C’è sempre tanto da vedere: dei “giardini di coralli” delle lagune interne allescogliere delle isole, dalle secche affioranti alle pass oceaniche, dai fondali poco profondi alle scogliere a picco.

Questo sport offre la possibilità di conoscere un mondo nuovo: le barriere coralline delle Maldive. La prima volta che si osservano i fondali, sembrano costituiti da rocce, resistenti e dure ma in realtà i coralli sono formati da milioni di polipi. Semplicemente incredibile…

La Mecca del surf asiatico

Questo paradiso ha suscitato l’interesse di surfisti provenienti dal tutto il mondo diventando la mecca del surf asiatico. Questo grazie a condizioni di surf ideali, con swell costanti nel periodo estivo, acqua trasparente a 28° e soprattutto, grazie al monsone del sud-ovest che, più forte da giugno e settembre, che genera onde madornali alte 3-8  metri.

Alle Maldive ci sono due aree principali nelle quali è possibile praticare il surf:

Gli Atolli di Male Nord e Male Sud sono mete perfette durante la stagione del monsone da sud-ovest che inizia a maggio e termina a novembre. Nei mesi che vanno da maggio ad agosto le onde sono sì più consistenti. In particolare, gli atolli di Male Nord sono i più frequentati dai boat charter nonchè i più vicini da raggiungere.

E se non si vuole correre il rischio di imbattersi nel turismo di massa gli Atolli a sud delle Maldive sono perfetti! Per raggiungerli bisogna dapprima prendere un volo interno da Malè a Kadhedoo e poi imbarcarsi. Nella regione del sud sono presenti solo alcuni villaggi di popolazioni locali. In questo caso è possibile praticare surf solo per un periodo limitato dell’anno, da Febbraio ad Aprile e da Settembre a Novembre.

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *