Per certi viaggi non si parte mai quando si parte, si parte prima. Molto prima.

15 Lug 2021 Diari di viaggio @dmin

L’idea di partecipare ad un viaggio per single venne fuori durante una sera, a cena con amici. Tra una battuta, una risata e un “perché non proviamo?”, iniziammo a cercare informazioni sul web per vedere di capirci qualcosa.
Il primo pensiero fu quello di partecipare ad una crociera perché, se l’esperienza del viaggio di gruppo non ci fosse piaciuta, almeno avremmo avuto un’intera nave per rilassarci! Dopo le nostre ricerche, optammo Speed Vacanze, era il tour operator che ci ispirava un maggiore senso di sicurezza e fiducia. Il nostro intuito non ha sbagliato: Speed Vacanze è il meglio che si possa sperare per una vacanza per single!
Prima prenotammo un week end, poi una crociera e infine una settimana al mare.

Ed eccoci qui: partenza 19 giugno. Ferie spostate. Si Parte per la Puglia!
Tra l’euforia e la trepidazione per la novità, abbiamo preparato il nostro viaggio. Le settimane precedenti sono state monotematiche: ad ogni cena, ad ogni passeggiata, ad ogni aperitivo si parlava solamente di ciò che ci avrebbe aspettato.
Erano tante, anzi tantissime, le domande che ci frullavano per la testa: chi e come saranno le altre persone? E se incontrassimo gente noiosa? Se fossero persone che non sanno divertirsi? L’ultimo dei nostri pensieri era quello di trovare un uomo perché io e la mia amica Rosetta uscivamo entrambe da storie sbagliate e da questa vacanza ci aspettavamo solo spensieratezza, leggerezza, puro divertimento.
Prepariamo la valigia. Anzi le valigie.
Controlliamo la macchina per evitare che ci lasci a piedi nel bel mezzo della strada verso il Gargano. Un aperitivo prima di partire, per alleggerire la tensione e via, si parte. Il viaggio è stato carico di attese, di euforia, di voglia di arrivare. Parlavamo della festa anni 70, del pareo party, di quello che avremmo combinato una volta lì. Dopo quasi sei ore e 600 chilometri, con Rosetta che voleva fermarsi per mangiare un piatto di spaghetti con le vongole e io che, invece, ero solo ansiosa di arrivare, siamo approdate al Residence Pugnochiuso: ci ha accolti un vero e proprio incanto!
Una culla sul mare immersa nel verde. Due hotel immensi avvolti dalla natura selvaggia e spettacolare con campi da tennis, una piscina olimpionica, bar, ristoranti, due spiagge attrezzate e l’immensità del mare che si schiudeva davanti ai nostri occhi. Questo luogo è stato da subito una fonte di benessere immediato.
Siamo scese all’appuntamento con il gruppo fibrillanti ed emozionate, guardavamo 42 occhi incuriositi, meravigliati e subito abbiamo iniziato a cercarci, come se ci conoscessimo tutti, da sempre. E poi, come un uragano, è comparso il nostro Tour Leader Tony. Raggiante e bellissimo, con il suo sorriso smagliante ha sciolto ogni tensione. Il primo incontro è stato una sorta di involontario Speed Date a gruppi. Confesso che ero imbarazzatissima, per la prima volta mi trovavo a fare qualcosa che cozzava con la mia timidezza ma, superata l’ansia del primo impatto, mi sono divertita tantissimo. Il nostro gruppo mi è piaciuto da subito anche se non ricordavo neppure un nome!
La domenica, la spiaggia e il mare hanno contribuito ad avvicinarci. Le prime chiacchiere, i primi sorrisi e già la sera stessa, a cena eravamo un gruppo di amici variopinto e ben assortito.
Il secondo giorno sono iniziate le prime escursioni in giro per il Gargano: tra mare, visite assolate in centro, il divertimento non è mancato. Non facevamo altro che ridere! E la sera, in terrazza, tra musica, canti e balli sembravamo degli adolescenti alle prime feste di compleanno, senza genitori. La gita sul gommone poi è stata pazzesca. Ne abbiamo presi due per il nostro gruppo e, solcando a gran velocità le acque cristalline del mare pugliese, abbiamo apprezzato la bellezza della costa con le sue rocce animate, le sue calette e le sue grotte dalle storie più fantasiose per approdare alla “Grotta Sfondata” dove il mare sembrava chiedere permesso prima di distendersi tra le sue rocce. É stata un’esperienza incredibile che si è conclusa con un aperitivo fantastico organizzato dai nostri tour leader Tony, Walter e Alberto.
Ancora carichi di adrenalina, siamo poi tornati in albergo per ripartire poco dopo all’insegna di una calda serata a Peschici dove abbiamo cenato su una terrazza che si affacciava direttamente sul mare. E poi il maestro di pizzica, i localini con musica e cocktail gustosi nel centro storico: è stata una giornata meravigliosa! Al solo pensarci ora che scrivo, mi vien voglia di ripartire!
Nel nostro viaggio in Gargano quello che non è mancato, oltre al divertimento e ai tanti aperitivi, sono state le continue sorprese. Il martedì, dopo una giornata di mare, finita la cena, il nostro Tony ci ha fatto indossare il costume, il pareo più bello che nascondevamo in valigia et voilà…in terrazza abbiamo ricreato un party caraibico con tanto di collana hawaiana, buona musica e sangria a volontà e, come tutte le feste estive che si rispettino, abbiamo fatto un incredibile bagno di mezzanotte tutti insieme.
La mattina dopo eravamo tutti già pronti per un giro alle isole più affascinanti dell’adriatico, ”Le Tremiti”. Quella è stata sicuramente l’escursione più bella in assoluto e la sera la nostra terrazza si è trasformata nel famoso Studio 54: sulle note di “I Will Survive” di Gloria Gaynor abbiamo dato vita a un’esplosione di colori, una vera festa anni ’70.
Il venerdì ci siamo divisi: c’è stato chi ha partecipato all’escursione in caicco e chi si è goduto un po’ di sano relax in spiaggia aspettando con trepidazione il gran finale. A cena siamo scese indossando il nostro vestito più bello, era l’ultima serata insieme e i nostri occhi parlavano da soli: eravamo tutti felici di ritrovarci ma nel nostro sguardo c’era un velo di nostalgia. La vacanza stava per finire.

Abbiamo deciso di chiudere questa magnifica esperienza in Puglia in grande stile, con uno show a cui abbiamo partecipato un po’ tutti. Si sono accese le luci, Alberto era alla consolle, Walter faceva il vocalist, Tony curava la regia, ognuno di noi ha messo in campo le proprie abilità. Chi ha cantato con grande maestria, chi ha recitato, chi si è cimentato in un cabaret. É stata una serata a dir poco stupefacente che è continuata fino alle due di notte con un ultimo grande, sensazionale tuffo in mare. La nostra gioia si respirava nell’aria calda della notte sotto la luna piena.
Il sabato mattina è stato silenzioso. Dopo la colazione nessuno aveva voglia di andarsene. E dopo un ultimo caffè, ci sono stati gli abbracci, belli, calorosi, tanti, stretti, quasi a non volerci lasciare più.
Durante il viaggio di ritorno, sembrava che fossimo tutti nella stessa auto: tutti scrivevamo continuamente sul gruppo whatsapp che avevamo creato prima di andar via.
Abbiamo vissuto emozioni uniche, non era scontato che nel giro in una sola settimana, saremmo diventati tutti così uniti. Questa vacanza ci lasciato in bocca il sapore della felicità, e la voglia di partire di nuovo.
Tutto questo grazie a Tony, Walter, Alberto, ma soprattutto a Speed Vacanze.
Grazie di cuore.
Ci rivedremo presto, anzi prestissimo!

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *