Diario di un un week end ad Amsterdam

02 Dic 2013 Diari PialauraM

Il Tour Leader Marco ci racconta la sua avventura

Dopo un week end passato in compagnia di un fantastico gruppo di amici, Marco ci racconta di questa esperienza unica nella capitale olandese, tra cadute, ritardi e mille avventure.

Dove sei stato in vacanza?

In una tra le capitali europee più belle che ci siamo: chilometri di canali, centinaia di strade caratteristiche e quartieri pieni di vita, Amsterdam ci ha accolto così al nostro arrivo. Una splendida città che cambia identità passando dal giorno alla notte conservando quella magia che la caratterizza da sempre.

Dai un soprannome alla vacanza:

Di solito quando viaggio con gruppi di gente così attiva il primo aggettivo che mi viene in mente è “Crazy Group” ma questa volta i ragazzi avevano veramente una marcia in più: li ho ribattezzati “Funny Crazy Group” perché hanno saputo dare il meglio divertendosi come non mai. Una compagna formidabile.

Il motto della vacanza:

“Presto che è tardi!”

Il gruppo è stato meraviglioso, divertente e superattivo ma… ESTREMAMENTE RITARDATARIO! Bisognava richiamare all’ordine tutti quanti per ogni passo, ogni uscita, ogn risata. Un tormentone che ci ha accompagnato per tutto il viaggio!

Raccontaci un episodio divertente del weekend:

Ad animare la vacanza ci ho pensato anche io, in prima persona con una mia “esibizione” da Oscar: mentre attraversavo la via centrale di Amsterdam per consultare gli orari degli autobus, sono inciampato facendo una capriola stile ninja e finendo a terra con un’ovazione generale. Non potete immaginare la reazione dei ragazzi ma anche della gente che passeggiava lì in quel momento. Mi sono alzato come se nulla fosse ma la mia faccia parlava a sola! D’altronde il tour leader ha anche il compito di animare. E più animazione di questa…?

Raccontaci un episodio che ha dimostrato lo spirito di coesione all’interno del gruppo:

Ogni attimo potrebbe essere raccontato, ma un’esperienza indimenticabile è stata la gita fuori porta a Volendam, un  piccolo villaggio di pescatori,  alla quale nessuno ha voluto rinunciare. In autobus, con spirito quasi scolaresco, siamo partiti da Amsterdam, ovviamente in ritardo, per arrivare nella cittadina olandese e visitare il “Cheese Factory Volendm”, un noto shop di formaggi, vera e propria istituzione del paese nel quale abbiamo degustato ogni sorta di specialità locale per finire con una piccola visita al museo sottostante.

E per immortalare il panorama, ideale è stato uno dei mulini caratteristici di questi territori, che ha fatto da scenario a splendide foto ricordo per tutti quanti.

Alcune attività indimenticabili che hai fatto in vacanza:

Le attività sono state tante: dalla visita al Jordaan, uno dei quartieri più belli di tutta l’Olanda, tra stradine, negozi, ristoranti moderni e caffè tradizionali alle serate passate tra locali e pub. Per non parlare del più elegante quartiere della città, il Pijp, ricco di gallerie d’arte e ristoranti tipici. E lì non abbiamo resistito, e ci siamo calati nella magica atmosfera dell’Albert Cuyp Market, fantastico mercato tra i più grandi d’Europa, perdendoci tra negozi e stand di alimentari, abbigliamento, cosmetici e bevande tipiche.

Purtroppo un week end è velocissimo a passare ed è volato. Ma è stata una splendida avventura!

Marco

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *