Argentario: una meraviglia tutta da scoprire

26 Mar 2014 Guide Di Viaggio PialauraM

Tra panorami e tramonti, un promontorio magico…

In principio era un’isola ma, con il passare dei secoli e per opera delle correnti marine, si è unita alla terra ferma creando un vero e proprio spettacolo della natura. Il monte Argentario è un promontorio di una bellezza unica collegato alla terra ferma da sole due spiagge e da una strada artificiale. Un posto così merita di essere visitato almeno una volta nella vita per lo splendido patrimonio che offre e le sue innumerevoli attrazioni.

Le spiagge: enormi distese di sabbia che regalano giochi di calette meravigliose raggiungibili via terra e via mare fanno da cornice ad un panorama meraviglioso. Le spiagge dell’Argentario sono tra le più belle d’Italia e, nonostante per alcune sia difficile raggiungerle da terra, sono anche tra le più visitate.

immagine-4-argentario

La Bionda: è una caletta abbastanza piccola ma molto caratteristica. Dà l’impressione di essere privata ma non lo è. È molto visitata dai turisti e non solo in quanto le sue acque sono quasi sempre calme e limpide merito di una barriera di scogli artificiali posta a largo. Un vero e proprio paradiso!

Spiaggia La Bionda

La Cacciarella: lontana dal centro abitato e priva di stabilimenti balneari, questa spiaggia non è tra le più facili da raggiungere ma sicuramente è una di quelle che regala dei panorami indimenticabili. Un piccola spiaggia nascosta tra due scogliere raggiungibile tramite un percorso abbastanza impegnativo di circa 500metri è ideale per gli amanti delle immersioni in quanto i suoi fondali sono tra i più belli dell’arcipelago.

Spiaggia La Cacciarella

Porto Santo Stefano: è il capoluogo nonché principale centro abitato del monte Argentario. Da alcuni anni è detentore della Bandiera Blu per le sue splendide acque, conferita dalla FEE. Nato come borgo marinaro, con il passare degli anni, si è sviluppato tanto da diventare una vera e propria attrazione turistica. Lo splendido porto turistico e quello commerciale sono centri della vita mondana e non solo.

porto-santo-stefano

Porto Ercole: famosa per le sue storiche fortezze di origine spagnola, è un piccolo borgo estremamente caratteristico formato da una parte antica, percorribile solo a piedi, e da una più moderna nella baia naturale che si è andata a formare con gli anni. Il suo porto caratteristico è centro della vita notturna e non solo, ricco di bar, ristoranti, pub e negozi.

La strada panoramica: collega Porto Santo Stefano a Porto Ercole. Non ha bisogno di tante descrizioni, basta semplicemente percorrerla per godere degli scenari che regala…

strada-panoramica

Le torri: il promontorio è ricco di torri di avvistamento di epoca spagnola che, nonostante oggi siano quasi tutte proprietà privata, rappresentano uno splendido percorso storico-turistico. Il giro quasi del tutto panoramico permette, oltre alle torri, di godere dall’alto di panorami come la vicina isola del Giglio e quella di Giannutri.

Torre della Ciana

L’isola del Giglio vista dall’Argentario

Riserva naturale Duna Feniglia: un vero e proprio paradiso fatto di alberi, natura e silenzi percorribile a piedi o anche passeggiando in bici. Non è raro incontrare nel percorso daini che circolano liberamente. Tra grilli, cicale ed il rumore delle onde del mare, è una tappa indiscussa per turisti e abitanti del promontorio.

I giardini dei Tarocchi: è uno dei posti più caratteristici del promontorio. Creato dell’artista franco-americana Niki de Saint Phalle dopo un viaggio a Barcellona nel quale rimase affascinata dalle opere del grande Gaudì, ora è un luogo turistico caratterizzato da una estrema calma e tranquillità nel quale potersi perdere piacevolmente. Grandi e colorate statue rappresentanti gli Arcani Maggiori dei tarocchi spuntano tra le piante di alloro, mirto e rosmarino. Uno spettacolo a dir poco splendido!

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *