Diario di un viaggio in Kenya

21 Dic 2013 Diari Riccobono

Antonello ci racconta le avventure africane e… il mal d’Africa al ritorno!

Africa… e già il nome basta a far capire la bellezza e la maestosità di questo continente: tramonti mozzafiato che muoiono sull’oceano indiano, atmosfere incantate, natura e mare cristallino… Ho condiviso il mio viaggio con un’ottima compagnia: 12 nuovi Speed amici.

Il Jumbo Watamu (il villaggio dove abbiamo soggiornato) è a pochi chilometri da Malindi, in Kenya, e  si affaccia direttamente sull’oceano. All’indomani dall’arrivo è subito safari (una bellissima avventura durata due giorni )… e che safari! Pensavo che dopo aver visto tutte le puntate di “Quark” fossi preparato ed invece è tutta un’altra cosa: leonesse, giraffe, elefanti, struzzi, zebre, coccodrilli, babbuini… insomma tutto il mondo animale concentrato nei 13.743 chilometri quadri del “Parco nazionale dello Tsavo East”. Un’esperienza unica dove miliardi di scatti fotografici sono stati consumati da parte di tutti noi, emozionati ed ispiratissimi dagli scenari che si proponevano davanti ai nostri occhi.

Dopo questi due magnifici giorni immersi nella natura, quella con la “N” maiuscola, ci siamo goduti il caldo sole del Kenya al villaggio, per poi rituffarci in un’altra escursione altrettanto stupenda: il “ Blu Safari”. Con una barca siamo partiti da Malindi alla volta della “Sardegna 2”, stupenda località di mare ribattezzata così dal noto imprenditore Flavio Briatore.

E dopo esserci tuffati in queste acque cristalline, per fare snorkeling, abbiamo gustato, a bordo della nostra barca, un mega pranzo con una grigliata a base d’aragosta e pesce fresco.

Infine, non è mancato neanche il lato umanitario della vacanza con visita di un villaggio locale accompagnati da Omar, un bravissimo animatore kenyota che si occupa della beneficienza, quella vera, quella che tutti vorremmo e dovremmo fare, quella a tu per tu! Ognuno di noi nel proprio piccolo ha cercato di contribuire sia economicamente che con piccoli gesti materiali per aiutare questi splendidi bambini!

Una settimana è veramente poca per capire la grandezza di questo continente che io ho avuto l’onore di visitare insieme a un favoloso gruppo; tutti noi conserveremo il ricordo di un Halloween africano fatto di magia e mal d’Africa!

Antonello

Commenti

Non ci sono commenti a questo articolo.×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *