Il 48% non ha dubbi, si brinda al 2015 a Capo Verde
Capodanno è da sempre considerata la festa per eccellenza, quella in cui bisogna divertirsi “a tutti i costi”, fare cose pazze e insolite che durante il resto dell’anno nessuno si sogna di fare. Ma spesso, l’attaccamento alla famiglia e soprattutto il vincolo del partner tarpano le ali a molti entusiasmi. Questa regola non vale però per i single che, intervistati da Speed Vacanze, tour operator specializzato in viaggi per single, hanno rivelato come passeranno questo atteso 31 dicembre 2014.
Quasi tutti sono d’accordo nell’indicare i viaggi come miglior modo per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, e, non a caso,  la meta prediletta da quasi la metà degli intervistati è Capo Verde . Il 48% dei single si immagina a brindare su una spiaggia bianca, circondato da una distesa di acqua cristallina, musica, balli tradizionali e soprattutto la compagnia di tanta bella gente.
“Come dar torto a questa alta percentuale di single – dichiara Giuseppe Gambardella, fondatore di Speed Vacanze – Solitamente quando si immagina un viaggio vengono subito alla mente quei panorami mozzafiato che vediamo nelle cartoline e sulle riviste;  ci attraggono a tal punto da voler farci un salto prima o poi. E quale occasione migliore di Capodanno!”.
Gli intramontabili Caraibi attirano il 32% degli intervistati. Luoghi paradisiaci, lontani dal trambusto giornaliero; oasi felice dove rilassarsi e stare in buona compagnia, i Caraibi sono un connubio perfetto per ricaricare le pile in vista del nuovo anno.
Il 12% degli scoppiati è, invece, affascinato dalla meta più intrigante del momento: Dubai. Una metropoli immersa nel deserto che, con i suoi imponenti grattacieli, incuriosirebbe chiunque. Famosa anche per la sua vita notturna è considerata il luogo ideale per passare un frizzante Capodanno.
Infine, c’è una piccola percentuale che sceglie sì il caldo, ma proveniente da un'altra fonte: il camino. Ebbene si, l’8% dei single non vuole rinunciare al tradizionale capodanno in casa. La compagnia di amici, del buon vino, piatti tipici, partite a carte: è questo, per loro, il modo migliore per salutare il nuovo anno.
“Spesso si fa difficoltà ad abbandonare le proprie abitudini e tradizioni – prosegue Gambardella – soprattutto in Italia. Decidere di fare una nuova esperienza però, spesso, si rivela molto utile. L’importante comunque rimane sempre scegliere qualcosa che ci faccia star bene e divertire”.