“Amiamo prendere l’iniziativa, nonostante il giudizio degli uomini” 

Dolce, femminile, docile: la donna deve essere preda e non cacciatrice. A rivelarlo è un sondaggio di Speed Date e Speed Vacanze, secondo cui il 54% degli uomini iscritti a viaggi ed eventi per single preferisce fare la prima mossa e non essere apertamente corteggiato dal gentil sesso.


Una donna troppo intraprendente lascia spiazzati gli uomini che ancora non sanno gestire l’emancipazione, soprattutto quella sessuale delle single. La cacciatrice,  aggressiva nel look o negli atteggiamenti, non piace al macho italiano perché  lo fa sentire espropriato del suo ruolo di latin lover.
“Gli uomini che incontriamo nel corso dei nostri eventi o in viaggio - spiega Giuseppe Gambardella, fondatore di Speed Date e Speed Vacanze - rimangono ancora basiti di fronte al gentil sesso che prende l’iniziativa. Per preconcetti culturali, il maschio italiano sembra non riuscire a relazionarsi con una donna di carattere che conduce il gioco e non aspetta che sia il principe azzurro a dichiararsi”.


Nonostante le critiche dell’universo maschile, il gentil sesso a rinunciare a questo ruolo di cacciatrice faticosamente raggiunto non ci pensa affatto. Il 65% delle iscritte agli eventi e vacanze per single ha infatti dichiarato che in questa veste di conquistatrice si sente bene con se stessa.


Le intervistate ammettono che in situazioni di gioco come quelle di Speed Date, in cui è possibile conoscere un uomo in soli 200 secondi, si sentono libere di esporsi e fare la prima mossa per conquistare l’uomo che le interessa, senza paura delle reazioni dell’altro sesso.


Ben il 43% ammette di sentirsi più estroversa e disinvolta in un contesto di vacanza e di svago piuttosto che in un classico “appuntamento a due”. Solo il 5% non rinuncia al  corteggiamento “vecchio stile” e ammette di essere molto imbarazzata tanto da  evitare,  in tutti i modi e a qualsiasi costo, di fare la prima mossa. A proporsi sono soprattutto le donne della fascia d’età compresa tra i 35 e i 45 anni.


“Ai nostri Speed Date, ci troviamo spesso di fronte a situazioni che mai avremmo immaginato anche solo pochi anni fa: le donne con spensieratezza si lasciano trasportare dalla situazione anzi  pilotano il gioco scegliendo e proponendosi loro per prime, anticipando gli uomini che aspettano siano le single a dichiararsi e solo dopo provano a condurre la relazione. Le giovani non sentendosi giudicate azzardano di più e vivono l’approccio con il mondo maschile con più serenità ed allegria” conclude Gambardella.