Tutti pazzi per i prodotti tipici, ma resistono gli acquisti tecnologici e fashion nelle grandi città

Agosto è arrivato e con lui i single che non sono ancora partiti per le ferie cominciano a mettersi in paro con i “colleghi di libertà” già in viaggio: un esercito di scoppiati si riversa per le mete turistiche più trendy e avventurose per trovare il tanto agognato relax o il divertimento più scatenato... ma anche per fare shopping!

“Oltre al mare ed al relax, i single in vacanza cercano di fare anche un po’ di sano shopping, una passione che non risparmia né donne né uomini”, così Giuseppe Gambardella, fondatore di Speed Vacanze, il tour operator specializzato in viaggi per single, introduce la volontà del portale, da sempre molto attento e curioso di scoprire passioni e abitudini dei suoi iscritti, di analizzare le loro preferenze negli acquisti vacanzieri.

Come è emerso anche in altri sondaggi, i single di Speed Vacanze hanno una vera e propria passione per la buona cucina e sono sempre molto curiosi di provare le novità mangerecce di una meta turistica; dunque, la palma d’oro dell’obiettivo d’acquisto preferito dagli scoppiati in vacanza se l’aggiudica il cibo. “Ma non si tratta solo di ristoranti, sono molti i single che non si lasciano sfuggire l’acquisto di cibi locali da portarsi a casa o da regalare ad amici e familiari” così commenta il fondatore di Speed Vacanze, Giuseppe Gambardella. Secondo il 31% degli iscritti i prodotti tipici locali, infatti, sono molto spesso una vera e propria porta d’accesso per scoprire le particolarità di una nuova località.

Si fanno poi strada, di poco distanti con il 28%, i viaggiatori single che acquistano ogni anno dei pensierini per familiari e conoscenti; spesso in ritardo, come alcuni ammettono, lasciandosi tentare anche da oggetti e cianfrusaglie prese all’ultimo minuto all’aeroporto. I ritardatari dello shopping però si concedono di comprare anche liquori tipici, vini pregiati e cibi tipici durante i minuti che precedono la partenza dell’aereo per non rischiare di lasciare delusi amici e parenti rimasti in città.

Moda ed elettronica sono, rispettivamente, la terza e quarta scelta in ordine di preferenze (19% e 13%): i single più shopping addicted dichiarano di darsi da fare soprattutto quando trascorrono le loro vacanze nelle grandi città metropolitane, dove le vetrine scintillanti e la bassa presenza di attività outdoor ed escursionistiche attraggono gli occhi ed il portafoglio degli iscritti a Speed Vacanze.

Ma i single, si sa, sono anche dei grandi appassionati di avventura, assidui sportivi o meno. E allora spazio allo shopping dedicato all’acquisto di attrezzature sportive (6%), un vero must per i patiti dello sport e delle attività outdoor: un sacco a pelo è un perfetto acquisto presso una meta vacanziera durante la quale si vuole trascorrere una nottata sotto le stelle fuori programma, oppure delle scarpe da trekking per essere pronti all’avventura quando si trovano per i monti o tra lussureggianti foreste.

Infine, all’ultimo posto tra le preferenze espresse dagli scoppiati di Speed Vacanze, troviamo i disinteressati ad ogni forma di shopping (3%), single distaccati da ogni forma di contagio di shopping addiction, che mettono mano al portafoglio per comprare vestiti o altro tipo di oggetti soltanto nel caso in cui si sono dimenticati di mettere nella valigia qualcosa di importante (o se l’hanno perso).