Suocere invadenti, date da ricordare e regali costosi, ecco perché i single vogliono restare tali a tutti i costi

“E vissero per sempre felici e contenti”, “mettere la testa a posto”, “farsi una famiglia”… tutti concetti che sono entrati nella mentalità comune ma che non necessariamente portano ad una realizzazione personale, anzi! A confermarlo è un sondaggio condotto da Speed Vacanze, tour operator specializzato in viaggi per single, che ha intervistato 1000 tra i suoi iscritti per scoprire quali sono tutti i vantaggi di essere scoppiati rispetto che accoppiati.
Qual è una delle cause scatenanti di un litigio in una coppia? “Hai dimenticato che oggi è il nostro anniversario!”: ebbene si, l’assenza del dover per forza ricordare questo genere di ricorrenze è indicato come il principale vantaggio per il 35% dei single intervistati.
L’avere una suocera (spesso invadente) rappresenta il secondo motivo per non scomodarsi ad uscire dalla condizione di single. Il 24% degli scoppiati trema al solo pensiero dei pranzi in famiglia la domenica o, peggio ancora, di dover ospitare in casa propria la mamma della/del futura/o fidanzata/o.
Il 18% degli scoppiati, poi, vuole tenersi alla larga dalla famosa crisi del settimo anno. Del resto,  perché scegliere di andare incontro a un litigio epocale, possibile proprio perché preannunciato da tutte le coppie di amici e conoscenti che si avvicinano a questa data, quando si può rimanere tranquilli?
Poi, per il 13% degli intervistati è condizione privilegiata di un single non dover per forza fare regali costosi. Infatti, quando si è fidanzati non soddisfa la regola del “basta il pensiero”: il regalo va fatto e deve essere anche di un certo valore.
Infine, il tradimento spaventa il 10% dei single che preferisce rimanere tale piuttosto che andare incontro alle tante temute “corna”.
“Spesso quando si pensa al futuro viene in mente la costruzione di una famiglia, il matrimonio, la convivenza – dichiara Giuseppe Gambardella, fondatore del portale specializzato in viaggi per single – Questo perché è un preconcetto comune che la felicità debba per forza essere associata al concetto di coppia. Stando ai risultati di questo sondaggio invece, è possibile notare come la condizione di single sia la condizione ideale per molte persone, al contrario del parere comune.”