Gli “scoppiati” superano le coppie e le famiglie con bambini per ore di ritardo accumulate in un anno

Dimenticate lo stereotipo del ritardatario cronico costretto a far aspettare ore gli amici a causa di complicate scelte di coppia o vestizioni ostacolate da figli capricciosi; da uno studio condotto da Speed Vacanze – tour operator specializzato in viaggi di gruppo per single – emerge che i veri ritardatari sono proprio gli scoppiati; e non è soltanto questione di impegni ma di qualità della vita.

Confermando i dati di una ricerca condotta da un’associazione medica italiana, lo studio di Speed Vacanze vede i single sì ritardatari, ma al contempo più positivi, efficienti e rilassati.  “L’ansia non appartiene alla categoria degli spiriti liberi i quali sanno gestire il loro tempo, ma senza essere apprensivi – spiega Giuseppe Gambardella, fondatore del tour operator che da circa 10 anni organizza viaggi per single – dunque, non ricorrono all’anticipo su un appuntamento per dimostrare a se stessi e agli altri di farcela ma preferiscono prendersela con calma, sicuri del loro fascino e del loro ascendente quando si troveranno a dover spiegare agli amici i motivi del ritardo”.

Il forte carattere e la personalità spiccata dei single fanno sì che si trovino sempre in posizione di privilegio, anche quando sono costretti a scusarsi per il ritardo; è questione di carisma, ma è il 67% degli intervistati ad ammettere di non aver mai ricevuto una sfuriata da parte di un amico che li ha attesi per troppo tempo.

Ma quali sono i motivi principali del ritardo cronico degli spiriti liberi nostrani?

I superimpegnati: troppe cose da fare, non tutte necessariamente in maniera egregia, ma è necessario farle tutte. I single tendono spesso a prendere troppi impegni da gestire in poco tempo… “Ma è naturale per persone piene di vita, attive e con tanti amici con cui voler trascorrere qualche momento (un aperitivo, un caffè, un veloce saluto a casa) ”, spiega Gambardella; ecco perché molto spesso troppi impegni portano a non rispettare gli orari di nessuno. Ma il single sa come scusarsi: nonostante i mille impegni sono riuscito a trovare un momento per te… quale scusa migliore per perdonarlo subito?

I competitivi: il lato forte del carattere dei single emerge proprio in questa categoria di ritardatari che vogliono dimostrare a se stessi di poter far tutto, a volte curandosi poco degli orari imposti dagli altri. “Cosa importa qualche minuto di ritardo se si riesce a fare una cosa considerata fino a quel momento assolutamente impossibile vista la mancanza di tempo?”, spiega il fondatore di Speed Vacanze. E, infatti, il ritardatario competitivo è sempre in lotta contro il tempo… ma finisce il più delle volte per vincere lui.

I senza speranza: concentrati sui propri bisogni, si sentono al centro del mondo. “E sono proprio gli stessi amici che li perdonano ogni volta per il ritardo, ridendo alle storie proposte come scuse per l’imperdonabile attesa, a legittimare l’egocentrismo di questi spiriti liberi”, conclude Gambardella. Rimarranno sicuramente ritardatari cronici senza speranza, ma gli amici li amano proprio perché sono così; e allora perché cambiarli?