Sempre più single preferiscono rimanere in Italia piuttosto che trasferirsi all’estero. Firenze la città ideale

La crisi non spaventa, e sono sempre meno le persone, soprattutto single, che scelgono di emigrare all’estero: dopotutto l’Italia regala così tante città, tutte diverse l’una dall’altra, che è facile scegliere la propria meta ideale anche restando in Patria. È questo quanto emerga da un sondaggio condotto da Speed Vacanze, portale specializzato in viaggi per single, su un campione di mille iscritti; risulta infatti che sempre più single preferiscono rimanere in Italia, magari spostandosi dalla città  natale per esigenze lavorative, ma comunque non disdegnando il Bel Paese.

“Finalmente l’Italia viene rivalutata dagli italiani stessi e fa ancora più piacere se a farlo siano proprio i più giovani - afferma Giuseppe Gambardella, fondatore del tour operator Speed Vacanze – per troppo tempo ci sono stati dei flussi di emigrazione dall’Italia verso paesi stranieri, e non solo per motivi di lavoro, ma semplicemente per cambiare aria e per provare nuove esperienze. Per fortuna questa tendenza, almeno per i single, pare essere scemata”.

Ma la cosa più interessante che emerge dal sondaggio condotto dal portale, è che non solo l’Italia è sempre più apprezzata dagli italiani, ma che la Provincia e le piccole città sono le mete più ambite dai single per stabilirvisi. Quindi, si mette da parte la vita caotica e confusionaria, la routine stressante e lo smog asfissiante delle grandi città lasciando spazio alla tranquillità della provincia.

Infatti, per il 53% degli intervistati la città italiana ideale per vivere è Firenze. La culla dell’Italia unita si aggiudica il primo posto nonostante. Secondo gli intervistati, la sua bellezza sta proprio negli spazi a misura d’uomo: Firenze è una città non dispersiva, artisticamente molto bella e ricca di opportunità sia di lavoro sia di divertimento, connubio perfetto che permette inoltre di preservarsi dall’ansia e dallo stress tipico delle grandi città. Secondo gli intervistati infatti non c’è nulla di più bello che pensare di poter arrivare a Piazza Santa Maria Novella, al centro della città, per poter gustare un aperitivo con gli amici, senza dover trascorrere ore sui mezzi.

Secondo posto per Roma: il fascino della città eterna non lascia indifferente il 35% degli intervistati. La capitale viene scelta per le tante opportunità di lavoro unite al fascino di monumenti e strade a cui non si può restare indifferenti. A confermare la scelta degli italiani, che preferiscono Roma a Milano (restando in tema di grandi città) è anche il clima mite e soleggiato che rende la capitale un posto perfetto per vivere e lavorare… se si è disposti ad aspettare i mezzi pubblici. 

Medaglia di bronzo per Pescara con il 22% delle preferenze. Per gli intervistati la città è perfetta per chi vuole vivere una vita tranquilla lontana dallo stress, avendo allo stesso tempo tutto il necessario a portata di mano. Secondo gli intervistati, Pescara è la tipica “città a misura d’uomo” dove lavoro, parchi e soprattutto divertimento sono facilmente raggiungibili da qualsiasi angolo della città. Il punto di forza della provincia Abruzzese? Il mare ovviamente. Non c’è niente di meglio secondo gli intervistati che vivere in una città ben fornita e allo stesso tempo sul mare.

“È bello vedere che sempre più single  preferiscano la tranquillità e la bellezza delle province italiane al caos delle grandi città – conclude Giuseppe Gambardella – finalmente forse ci sarà la rivalutazione dei piccoli borghi italiani e si capirà che non è necessario abitare in una metropoli per divertirsi e per lavorare”.